Perché creare una pagina Facebook aziendale?

Perche creare una pagina Facebook aziendale? - DNACreativeAgency

Aziende e social network: perché la pagina è più performante del profilo

È stato Facebook stesso, qualche anno fa, ad obbligare le aziende a passare dai profili personali alle pagine. Il noto social network ha negli anni ideato un nuovo strumento di pubblicità e marketing aziendale. Lo scopo era quello di fornire più strumenti a queste realtà per farsi conoscere e vendere i propri prodotti e servizi. Il profilo personale, infatti, presentava e presenta notevoli limitazioni che ne fanno uno strumento adeguato solo a persone che lo utilizzino come diario pubblico. Vediamo quindi perché creare una pagina Facebook aziendale è importante.

La migrazione da profilo a pagina

Per facilitare il passaggio dai profili personali alle pagine, Facebook aveva messo a disposizione delle aziende il famoso processo di migrazione. Fino al 2015 era infatti possibile migrare i profili personali eliminando questi ultimi a favore della generazione di una pagina in cui gli amici diventassero automaticamente fan. Successivamente il social network, conscio di aver creato non pochi problemi attraverso l’eliminazione totale dei profili, ha introdotto una diversa procedura. Dal 2016 era infatti possibile creare una pagina “basata sul tuo profilo”. Questa operazione consentiva di mantenere il profilo genitore e quindi di poterne facilitare la gestione. La coesistenza comportava un passaggio dei dati facilitato, in cui l’utente selezionava i contenuti da salvare. In altre parole, se prima il passaggio dati era automatizzato e, quindi, a discrezione del social network, successivamente all’utente era offerta la possibilità di trasferire i dati entro 14 giorni. Non solo, in maniera più corretta e trasparente, gli amici non diventavano più dei follower ma ricevevano una notifica che gli permetteva di decidere o meno di essere fan della neonata pagina.

Conversione pagina Facebook aziendale, le nuove regole

Oggi chi usa il proprio profilo per rappresentare un soggetto diverso da se stesso (come la propria azienda) va contro le condizioni di Facebook. Il rischio di una mancata conversione è quello di perdere in modo permanente l’accesso all’account. La disciplina della piattaforma è diventata sempre più stringente sull’argomento per cui una conversione è assolutamente necessaria per evitare una pesante penalizzazione da parte del social network. Trasferendo i dati da profilo a pagina vedrai condivisi immagine del profilo e foto di copertina. Il nome nel profilo diventerà il nome della pagina e potrai selezionare amici, follower e richieste di amicizia in sospeso e aggiungerli come nuovi fan.

→ Se converti un profilo verificato, tieni presente che il badge di verifica sarà rimosso dal tuo profilo e dovrai reinviare la richiesta di verifica.

La nuova pagina verrà, in ogni caso, pubblicata automaticamente al termine del processo di conversione.

Perché creare una pagina Facebook aziendale

Come abbiamo visto è la piattaforma stessa a obbligarci al processo di conversione. Uno dei primi e più banali motivi per cui non puoi creare un profilo personale e usarlo come azienda è proprio questo. La contravvenzione alle Condizioni di utilizzo di Facebook è un dato più che sufficiente per adottare questo nuovo strumento. I motivi validi per cui qualsiasi consulente di web marketing ti direbbe di farlo sono veramente tanti:

  • Le pagine ti offrono la possibilità di creare inserzioni e di mettere in evidenza i post. Creando così delle vere e proprie campagne di sponsorizzazione.
  • Avrai accesso ai dati statistici della pagina, visualizzazioni, interazioni, target, etc.
  • L’opzione “ruoli della Pagina” ti consente di lavorare in team.
  • Le pagine sono dotate di molte interessanti funzioni specifiche per le aziende e le organizzazioni.

Analizziamo ad uno ad uno questi punti.

Inserzioni e campagne Facebook, cosa sono

Le pagine Facebook hanno, tra le loro funzionalità, quella di poter realizzare campagne e inserzioni destinate al tuo pubblico. Attraverso un account pubblicitario infatti è possibile creare le cosiddette “sponsorizzate”, ovvero campagne per potenziare le visite al sito, creare lead, aumentare le interazioni o vendere prodotti. Gli obiettivi che si possono raggiungere sono diversi ed è possibile selezionarli e strutturare la campagna a seconda dello scopo. È possibile stabilire un budget e definire una call to action alla quale l’utente deve rispondere. Non solo si otterranno visualizzazioni o contatti “esterni” ai follower già esistenti, ma sarà possibile targetizzare il proprio pubblico. La tua sponsorizzazione, quindi, verrà tarata sul tuo pubblico ideale e sarai tu a decidere quanto investire e per quanto tempo (una settimana, dieci giorni, etc.). Si tratta di uno strumento estremamente utile ma anche complesso da utilizzare. Sicuramente è uno dei vantaggi più importanti di avere una pagina professionale Facebook. Non è sempre semplice strutturare una campagna e definirne gli obiettivi, può essere necessario richiedere una consulenza specializzata o il supporto di un’agenzia di marketing. Se vuoi saperne di più continua a seguirci, ne parleremo nei prossimi post.

I dati di insight

Insight in inglese dignifica “visione interna”. Il termine ha a che vedere con l’intuizione geniale e l’idea pubblicitaria. In questo caso, invece, lo useremo nel significato che la piattaforma Facebook gli ha dato ovvero la raccolta dei dati numerici sull’andamento delle pagine. Decidendo, infatti, di creare una pagina professionale avrai accesso a numerosi dati statistici come numero di visualizzazioni, tipo di interazione, target, etc.

Si tratta di una fonte eccezionale cui attingere per strutturare una campagna ma anche per definire un calendario editoriale. I dati di insight ci dicono molto su chi ti segue, su come lo fa e in quale orario. Riusciremo così a scoprire cosa piace ai nostri follower, in quale orario o giorno della settimana sono più attivi, che tipo di fascia di età è più sensibile ai nostri contenuti e da quale parte del mondo ci segue. Come sopra, non è sempre facile leggere questi dati ed è importante studiarli con cura ed attenzione effettuando una vera e propria analisi.

I ruoli delle pagine

Per gestire un profilo su Facebook è necessario che tu effettui l’accesso con user name e password personali. Se intendi quindi farti aiutare nella gestione del “profilo aziendale” significa comunicare questo tipo di informazione. Diversamente, decidendo di creare una pagina Facebook aziendale potrai gestire i ruoli della pagina in modo da creare delle gerarchie. Alcuni “amici” potranno effettuare tutte le operazioni e quindi essere Amministratori, altri invece potranno solo pubblicare contenuti (Editor), altri ancora si occuperanno solo dell’aspetto pubblicitario e così via. Questo tipo di struttura ti permette dunque di agire in team nella gestione e soprattutto di assegnare dei compiti. Nei prossimi post spiegheremo più nel dettaglio funzionalità e utilità dei diversi ruoli della pagina.

Le funzioni che Facebook ha pensato per aziende e organizzazioni

Nel creare una pagina Facebook ex novo ti troverai subito a doverne scegliere la tipologia. Se prima l’opzione era una, definita “Modello standard”, oggi è possibile scegliere tra:

  • Azienda o brand
  • Community o personaggio pubblico

Successivamente dovrai specificare il tipo di categoria: abbigliamento, servizi finanziari, noleggio auto etc. A questo punto scoprirai un mondo di funzionalità pensate appositamente per le aziende, come la possibilità di creare una vetrina virtuale, un elenco servizi in evidenza, dare informazioni sull’attività (orari, fascia di prezzo, localizzazione…). Interessante l’opzione “Recensioni” dove i tuoi clienti potranno lasciare la loro opinione e darti un buon rating (ottimo per la brand reputation). Elencarti tutte le opzioni possibili sarebbe lungo e un po’ complesso ma siamo a tua disposizione per illustrartele nello specifico. Scrivici per una consulenza gratuita o per info saremo a tua disposizione per spiegarti ancora una volta perché creare una pagina Facebook aziendale è importante!